Lezione di una giornata di autunno

Ecco, osserva la luce,
quanto appare più scintillante e forte nella stagione che la vede sparire lentamente. In realtà, non scompare mai

la luce. Il freddo entra nelle pieghe del tempo e trasforma l’acqua in ghiaccio. Cristalli di luce.

Luce. La pupilla è un buco nero, la vedi così. Ma non è nera, è solo un tunnel buio che permette alla luce di passare e attraversare, colpire e mostrare.

 Lezioni di una giornata di tardo autunno 

 Le chiocciole hanno il potere di rigerare la loro piccola casa e anche se schiacciate possono ricostruirsi grazie alla calcite, prodotta dal suo corpo, che ripara le ferite e le spaccature del guscio. Possono vivere anche trent’anni le chiocciole

 Il muschio: nei giardini zen è la filosofia Wabi Sabi. A Wabi (侘) appartiene la bellezza essenziale e piena di serenità che viene da ciò che è semplice e naturale, mentre Sabi(寂) identifica la bellezza che ha a che fare con il tempo e l’esperienza. L’usura del tempo ci parla di quanto serve alla vita per diventare esperienza

il vento. Il vento oggi è ovunque e spazza via le nuvole, porta il rosa del tramonto e fa correre veloci anche gli ultimi stracci bianchi fra le stelle. Nevicherà?

Il vento di Mario Lodi

Ascolto il vento.
Mi sussurra: sono forte come un masso
che rotola dalla montagna.
Mi sussurra: ti spingo indietro
come un palloncino
alto e libero nel cielo.
Mi sussurra: volo alto
e potente
come un’aquila in cielo.

STAMPA

Pubblicato da

Maddalena De Bernardi

Giornalista freelance e web writer, scrivo di qualità della vita. Ho un dottorato in etnosemiotica con un progetto di ricerca sui riti di cura. Da qualche anno vivo in un borgo dell'Appennino modenese e mi occupo di resilienza, educazione, meditazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *