Quando sei felice

Quando siete felici fateci caso: lo scrittore Kurt Vonnegut pronunciò queste parole in un discorso di fine anno agli studenti americani. Facci caso alle situazioni in cui ti senti felice. Perché non sono casualità, alla fine scoprirai che saranno la trama che fa la storia.

Andiamo sempre incontro alla felicità, anche quando non ci facciamo caso.

Ci sono le felicità personali e quelle che fanno parte di una sorta di bene comune, come i tramonti, la bellezza, la buona musica e i libri belli, addormentarsi e svegliarsi con il rumore del mare, le forme mutevoli delle nuvole, incantarsi per quello che fa battere il cuore, il primo giorno di vacanze, andare all’avventura. E molte altre.

Adesso per esempio ti vorrei svegliare per chiederti la parola che avevi detto stasera, una parola inventata da “delizioso” e “gustoso”, mi pare. Mi è sembrata bellissima quella parola nuova e mi ha fatto venire in mente tutte le cose che possiamo ancora inventare, le strade da immaginare, i percorsi che non abbiamo visto: se non ce le lasciamo sfuggire, tutte queste possibilità, sono lì, in fondo, a portata di mano e sguardo. Come la felicità.

Non bisogna rimandarle troppo le cose che ci rendono felici, altrimenti poi finisce che la distanza fra noi e loro diventi sempre più grande. E il filo da usare a un certo punto non basta più, si strappa.

Allora, trovare piccoli motivi di felicità oggi. Ora, subito. Una lista di cose felici capace di ricordarci chi siamo e che cosa vogliamo, una lista di cose che ci ricordi che cosa ci rende

ancora

vivi e vive.

STAMPA

Pubblicato da

Maddalena De Bernardi

Giornalista freelance e web writer, scrivo di qualità della vita. Ho un dottorato in etnosemiotica con un progetto di ricerca sui riti di cura. Da qualche anno vivo in un borgo dell'Appennino modenese e mi occupo di resilienza, educazione, meditazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *