Domenica, svegliarsi tardi. O meglio, presto

prestissimo e poi,

Riaddormentarsi. Guardare il mondo dalle finestre appannate, il caffè e i toast. Giochi sul divano.

La prima domenica di lockdown, il giorno prima di compiere sei mesi.

Stare in piedi per un attimo, da solo

La scoperta della giornata,

Il sangue da una gengiva, mentre scivoli sbattendo sul pavimento e imperterrito, provi a gattonare. La prima cacchetta dura che sembra un po’ quella di una capretta. Addormentarsi di botto, il pomeriggio grigio che diventa sempre più buio. Lentamente.

Malinconia della sera, così è la domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *