Quando il sole di giugno esplode e la luce è così intensa da far male agli occhi
chi la spegne quella maledetta lampadina?
Un attimo di pace, una nube passeggera.
La vampa del caldo e la città che si scioglie
ferma al semaforo
la signora indiana che un anno fa aveva il pancione ora con il suo bambino a passeggio
la frutta nel sacchetto
i coraggiosi che ordinano tortellini e lasagne.
Dentro san Petronio l’aria è un respiro immenso e freddo che si dimentica del traffico fuori.

Il vento che a fine giornata si incanala fra i portici,
la luce opaca del tramonto che riempie le strade e inonda i tetti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *