Il vento fortissimo tutta notte, le lucine messe su per tutta casa con te in braccio.
Giornata grigia, pioggia intensa e il primo giorno di un Natale in lockdown che fino a un anno fa questa parola non esisteva.
Stare a piedi nudi, preparare da.mangiAre. fare pranzo quando è già pomeriggio e guardare te che ti dividi i giochi con il cane, da bravi fratello e sorella.
Provare a fare l’insalata russa come il nonno.
Sprimacciare i cuscini.
Ballare in cucina mentre ti addormenti sulla mia spalla.
Un film bello e le stelle.
Di nuovo,il vento fortissimo che porta vi a
Il primo Natale qui, a casa nostra. Il primo Natale in tre. Quattro con la ricciolina quattrozampe che adesso ti annusa e si siede di fianco a te quando stai per cadere
Natale ’20, Vigilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *