Le luci fra gli alberi e il vino fino a tardi, la sera
Ricordi di estati lontane e poi questa, così strana, così speciale.
Colazione fuori al sole.
Il caffè, i litigi, le riappacificazioni. Soprattutto quelle interne a se stessi, che se è vero che per una pace globale ci vuole prima di tutto la versione personale, allora è proprio un mondo in guerra perenne.

Il rumore, l’estate.
Fiori bianchi dal sapore dolce e api testarde.
Una lucciola solitaria nella notte (è già agosto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *