Insieme alla Biblioteca del Tempo cammina il progetto “A spasso per biblioteche”.

“A spasso per biblioteche” è un’idea nata dalla mente e dal cuore di Daniela Lamponi, promotrice della lettura. Lei, che ha trasformato la sua vita all’insegna di una grande passione, inizia questa nuova avventura quando prende forma un cambiamento di vita imprevedibile.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed una tesi sul Viaggio, ho trascorso più di un decennio nella segreteria di uno studio legale internazionale. Poi la vita mi ha portato verso il mio grande amore, la lettura, e in particolare verso la letteratura per ragazzi. Così, è nata una nuova avventura per me.

Per tre anni ho fatto la pendolare sulla tratta ferroviaria RM-BO per seguire gli incontri settimanali di Antonio Faeti sulla letteratura per ragazzi. Ci sono stati dei momenti in cui mi sono chiesta: “Ma che sto facendo?” Buon per me che sono una perseverante di natura… Insomma, mi sono reinventata professionalmente e ora faccio laboratori di promozione della lettura con i ragazzi e collaboro con delle biblioteche.

Perché non mostrare quanto di bello accade ogni giorno nelle biblioteche?
Dopo aver vissuto alcuni degli spazi che disegnano la geografia del nostro territorio, ecco la riflessione.

Aprire una porta, anche solo virtualmente, significa varcare un confine, perché contribuisce a far conoscere e scoprire un luogo. È stimolo che stuzzica la voglia di attraversare realmente quella soglia. Aprire per aprirsi, conoscere e conoscersi. Visitare un luogo sconosciuto e partecipare a questo spazio.
Il luogo in cui prende forma una biblioteca, in quanto entità, eccede dallo spazio fisicamente inteso per vivere a livello interpersonale e sociale.

Varcare questa porta ci permette di entrare in contatto con spazi e persone, aiutando a far riscoprire e rivivere luoghi che talvolta combattono con il rischio di essere dimenticati. Significa valorizzare il patrimonio che una biblioteca contiene e il lavoro di chi vi partecipa, unendo gli addetti ai lavori in una modalità diversa, attraverso la condivisione delle innumerevoli buone pratiche sparse sul territorio italiano. Inoltre, potrebbe contribuire alla vita di tutti gli individui che vivono un territorio: ognuno di noi.

I libri e la letteratura, come il cinema, l’arte e
ogni invenzione dell’immaginazione
in fondo, sono
la nostra porta per l’altrove

Queste sono le ispirazioni che hanno accompagnato la nascita del progetto “A spasso per biblioteche”, un’idea con un volto e un corpo che al momento è ancora giovane e tutto in divenire. Del resto, non potrebbe essere diversamente, perché parliamo di biblioteche e “la biblioteca è un organismo che cresce” -quinta legge della biblioteconomia di S.R. Ranganathan-.

Vuoi leggere A spasso per biblioteche? Ecco qui tutti i post

Se desideri far conoscere una biblioteca che frequenti o hai notato durante un viaggio puoi scrivere a: bibliotecadeltempo@gmail.com oppure alla mail dedicata del progetto “A spasso per biblioteche”: aspassoperbiblioteche@gmail.com.
Condividi le foto e i post dei luoghi che attraversi con l’hashtag #aspassoperbiblioteche e #bibliotecadeltempo

Salva

Salva

Salva

Salva